5° forum di architettura – building a greener future

diverse centinaia gli ospiti accreditati che hanno assistito nella giornata di lunedì 25 giugno scorso alla quinta edizione del forum architettura organizzato dal gruppo24ore, in collaborazione con la rivista arketipo del medesimo gruppo:

http://www.formazione.ilsole24ore.com/st/architettura2012/programma.htm

gli invitati, divisi in gruppi e moderati dall’attento e competente direttore responsabile della rivista, arch. donatella bollani, erano tecnici e/o gestori delle operazioni finanziarie ed immobiliari connesse al mercato immobiliare internazionale.

le osservazioni più interessanti che si sono colte riguardano:

– l’allargamento del concetto di sostenibilità della progettazione anche bancaria e finanziaria (nota decisamente attuale in questo delicato periodo di crisi profonda del settore);

– la differenza sostanziale tra risparmio energetico ed efficienza energetica: se il primo consente un contenimento dell’uso di energia primaria (necessaria, per esempio, anche a produrre, trasportare, commercializzare, demolire e riciclare i materiali ad elevata efficienza energetica) la seconda riguarda puramente la propensione di un sistema di materiali, impianti, dispositivi, a svolgere al meglio la propria funzione (o, ancora, il rapporto tra l’energia immessa in un sistema ed il lavoro prodotto: http://it.wikipedia.org/wiki/Efficienza_energetica);

– il livello di riferimento che, per le grandi operazioni di nuova costruzione, non può essere inferiore alla classe energetica B; il mercato non può prescindere infatti da strategie operative (ad amplissimo raggio ormai) e da scelte progettuali che individuino un “sistema” di interventi, un complesso di materiali e di stratigrafie costruttive che elevino la qualità e l’efficienza energetica di una costruzione;

– la considerazione che, per il patrimonio immobiliare generalizzato italiano, vi sono ampi margini di contenimento energetico, ma che tali margini non possono essere remunerativi se esterni da quella che è stata denominata “deep renovation” a “pieno edificio” (ossia, un intervento complessivo che coinvolga principalmente gli involucri degli edifici).

tutti questi aspetti sono stati poi estesi ed applicati alla professione.

un’altra serie di ospiti – dipendenti, collaboratori, tecnici, progettisti e titolari di studi o società – ha mostrato innanzitutto con i numeri (gruppo arup: circa 9000 dipendenti; gruppo buro happold: oltre 1400 dipendenti) la distanza dalle realtà italiane (presenti tra i relatori favero&milan, lombardini22, 5+1aa, progetto cmr: nessuna di queste supera di molto il centinaio di dipendenti e/o collaboratori).

la maggior diffusione sul territorio e le dimensioni più contenute, se donano più flessibilità a studi e società di ingegneria italiane, le condizionano tuttavia ad una più ridotta visione “aziendale” dell’attività progettuale; questa, ormai, deve necessariamente incorporare stabilmente nella propria struttura professionalità altre (economisti ed avvocati, non solo ingegneri, designer, impiantisti); deve inoltre fare propri principi di marketing, di branding di networking e di partnership al pari di aziende di produzione.

la tendenza, in altri termini, è quella di superare il concetto forse un po’ arroccato ed egoista dell’architetto-artista a favore di una figura manageriale di regista del progetto e del processo di modificazione del territorio.

…chi vivrà, vedrà.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in architettura (progettare), curiosità (cercare), ispirazioni (ascoltare) e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...