inarcassa. una piccola novità silenziosa che farà rumore.

inarcassa

molti (moltissimi) sono gli architetti (liberi?) professionisti che trascorrono intere giornate “full-time” negli studi italiani, pur figurando come collaboratori “a progetto”, “a part-time”, “a scadenza”, “a spot”, “a tiratura limitata”, ecc. di architetti ed ingegneri più “anziani” che, spesso, approfittano della situazione: nessun contratto, nessun contributo di legge, nessuna assicurazione. quando va bene, un “gentlemen agreement”. basta.

dal 1 gennaio 2013 (decorrenza fissata per l’entrata in vigore della Legge n. 214 del 2011), gli iscritti d’obbligo alla cassa di previdenza di categoria che ancora permangono nelle situazioni citate – e che finora hanno dovuto versare di tasca propria una parte dei contributi dovuti – potranno esporre in fattura ai propri titolari, il 4% di legge: è revocata infatti l’esenzione del versamento del contributo nei rapporti tra professionisti (vedi).

(non che faccia differenza, peraltro: fin troppo facile immaginare lo “spostamento” di quel 4% nell’imponibile. …motivo? eh, la crisi, ovvio).

buon natale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in normativa (ordinare), professione (lavorare) e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...