destinazioni d’uso e cambi. un po’ di chiarezza.

dedalo 33

dedalo 33

interessante sintesi della disciplina dei cambi di destinazione d’uso in lombardia e a milano.

un articolo su dedalo n. 33 (organo di AIE finalmente distribuito online) a firma dell’avvocato bardelli illustra con definitiva chiarezza i differenti casi e la relativa disciplina per gli interventi di cambio di destinazione d’uso con e senza opere, onerosi e non, con e senza recupero di dotazioni urbanistiche.

occorre dimenticare errati automatismi del tipo: “cambio senza opere = NON oneroso”.

qui il testo dell’articolo.

peraltro, il legale segnala come ad oggi il PGT interpreti in maniera “ambigua” il cambio di destinazione d’uso senza opere – generalmente consentito – disciplinandoli in maniera analoga alle aree di originaria funzione produttiva: in tal modo, si generano “equivoci” in merito all’eventuale esubero di s.l.p. (superficie lorda di pavimento) oggetto di mutamento di destinazione d’uso.

le alternative, fino ad eventuale prossima rettifica da parte dell’ente di competenza, sarebbero la distruzione della s.l.p. in eccedenza (oltre il limite di 0,65-1mq/mq) oppure l’applicazione di un limite al cambio d’uso con mantenimento dell’attività produttiva per la relativa quota di s.l.p. eccedente il consentito.

ai posteri…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in normativa (ordinare), professione (lavorare) e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...